Cerca
Close this search box.

Aprile inizia con nuovi record fotovoltaici e cali dei prezzi nei mercati europei dell’energia

AleaSoft Energy Forecasting, 8 Aprile 2024. Nella prima settimana di aprile, i prezzi dei principali mercati europei dell’elettricità sono scesi, scendendo sotto i 50 €/MWh per la maggior parte. Il fotovoltaico ha raggiunto un record storico di produzione in Portogallo e il secondo valore più alto della storia in Italia. In Francia, l’eolico ha registrato la seconda e la terza maggiore produzione in aprile. Agli aumenti di energia solare nella maggior parte dei mercati e di energia eolica in alcuni di essi si è aggiunto il calo del fabbisogno e dei prezzi di gas e CO2 per favorire il calo dei prezzi dei mercati dell’elettricità.

Produzione solare fotovoltaica, termoelettrica y produzione eolica

Nella settimana del 1 º aprile, la produzione di energia solare è aumentata nella maggior parte dei principali mercati europei dell’elettricità rispetto alla settimana precedente. Il mercato italiano ha registrato il maggiore incremento, del 76%, seguito dall’aumento del 60% sul mercato spagnolo. I mercati del Portogallo e della Francia sono aumentati rispettivamente del 35% e del 25%. Il mercato tedesco è stato l’eccezione, con un calo della produzione solare dell’1,4% nell’intera settimana, invertendo la tendenza al rialzo delle ultime due settimane.

Il 4 aprile è stato registrato un record storico di produzione solare fotovoltaica sul mercato portoghese, con 16 GWh prodotti con questa tecnologia. Anche sul mercato italiano si è stabilito un traguardo di produzione con energia fotovoltaica, con il 6 aprile il secondo valore più alto della storia, di 119 GWh, appena 190 MWh al di sotto del record storico raggiunto il 17 giugno 2023.

Per la seconda settimana di aprile, secondo le previsioni di produzione solare di AleaSoft Energy Forecasting, aumenterà in Germania e Spagna, mentre in Italia si prevede un calo.

AleaSoft - Solar photovoltaic thermosolar energy production electricity EuropeFonte: Elaborato da AleaSoft Energy Forecasting con dati di ENTSO-E, RTE, REN, Red Eléctrica e TERNA.
AleaSoft - Solar photovoltaic production profile EuropeFonte: Elaborato da AleaSoft Energy Forecasting con dati di ENTSO-E, RTE, REN, Red Eléctrica e TERNA.

Nel caso della produzione eolica, nella prima settimana di aprile è aumentata del 49% sui mercati tedesco e francese del 25% rispetto alla settimana precedente. Nel caso del mercato francese, la tendenza al rialzo è continuata per la seconda settimana consecutiva e sono stati registrati il terzo e il secondo valore più elevati di produzione eolica giornaliera per un mese di aprile nei giorni 2 e 4, con una generazione di 280 GWh e 286 GWh, rispettivamente dopo i 317 GWh del 7 aprile 2022.

Inoltre, nella penisola iberica e in Italia, si è registrato un cambiamento di tendenza. Dopo due settimane consecutive di aumenti, la produzione eolica è diminuita del 40% in Italia e del 33% in Spagna. Il mercato portoghese è stato il più basso in questa occasione, del 4%.

Secondo le previsioni di produzione eolica di AleaSoft Energy Forecasting per la settimana dell’8 aprile, la produzione con questa tecnologia diminuirà nei mercati della penisola iberica, della Francia e della Germania, mentre in Italia si prevede un aumento.

AleaSoft - Wind energy production electricity EuropeFonte: Elaborato da AleaSoft Energy Forecasting con dati di ENTSO-E, RTE, REN, Red Eléctrica e TERNA.

Fabbisogno di energia elettrica

Nella prima settimana di aprile, il fabbisogno di energia elettrica è diminuito nella maggior parte dei principali mercati elettrici europei rispetto alla settimana precedente, mantenendo la tendenza al ribasso delle settimane precedenti. Il mercato francese ha registrato il calo maggiore, del 10%, mentre il mercato portoghese ha registrato il calo minore, dello 0,1%. In entrambi i mercati, i ribassi si sono verificati dopo un aumento nella settimana precedente. Sul mercato tedesco, il fabbisogno è diminuito per la sesta settimana consecutiva, e in Belgio e in Italia per la quinta settimana, registrando diminuzioni rispettivamente dello 0,5%, 2,7% e 3,7%. In Gran Bretagna questo valore è diminuito del 6,3% e nei Paesi Bassi del l’8,5%. Al contrario, il mercato spagnolo ha registrato un aumento dell’1,8% dopo la ripresa del fabbisogno per la festività del Giovedì Santo in alcune regioni della Spagna e la festa nazionale del Venerdì Santo.

Nella settimana iniziata il 1º aprile, le temperature medie sono aumentate in tutti i mercati analizzati, favorendo così il calo del fabbisogno nella maggior parte dei mercati. Gli aumenti sono stati compresi tra 1°C in Italia e 4,4°C in Belgio.

Per la settimana dell’8 aprile, secondo le previsioni di fabbisogno di AleaSoft Energy Forecasting, questo aumenterà in Portogallo, Italia, Germania, Spagna e Belgio. Al contrario, si prevede un calo in Francia, nei Paesi Bassi e in Gran Bretagna.

ty demand-  European countriesFonte: Elaborato da AleaSoft Energy Forecasting con dati di ENTSO-E, RTE, REN, Red Eléctrica, TERNA, National Grid ed ELIA.

Mercati europei dell’elettricità

Nella prima settimana di aprile, i prezzi dei principali mercati europei dell’elettricità sono diminuiti rispetto alla settimana precedente. Il mercato EPEX SPOT del Belgio e della Francia ha registrato i maggiori cali percentuali, rispettivamente del 51% e del 75%. Negli altri mercati analizzati in AleaSoft Energy Forecasting, i prezzi sono diminuiti tra il 16% del mercato spagnolo MIBEL e il 34% del mercato N2EX del Regno Unito.

Nella settimana iniziata il 1º aprile le medie settimanali sono state inferiori a 50 €/MWh nella maggior parte dei mercati elettrici europei analizzati. Fanno eccezione il mercato britannico e il mercato IPEX italiano, con una media di 50,63 €/MWh e 75,78 €/MWh rispettivamente. I mercati portoghese e spagnolo hanno invece registrato la media più bassa settimanale, per la nona settimana consecutiva, rispettivamente di 3,87 €/MWh e 4,41 €/MWh. Il mercato francese li ha seguiti da vicino con una media settimanale di 9,88 €/MWh. Negli altri mercati analizzati, i prezzi sono stati compresi tra 26,35 €/MWh sul mercato belga e 45,46 €/MWh sul mercato tedesco.

Per quanto riguarda i prezzi orari, nella prima settimana di aprile tutti i mercati analizzati hanno registrato prezzi negativi, ad eccezione del mercato italiano. Il mercato olandese ha raggiunto il prezzo orario più basso, -125,30 €/MWh, sabato 6 aprile, dalle 14:00 alle 15:00. I mercati spagnolo e portoghese hanno registrato prezzi negativi per la prima volta nella loro storia, rispettivamente il 1º e il 5 aprile, cosa che si è ripetuta durante alcune ore del 6, 7 e 8 aprile. Domenica 7 aprile, il mercato nordico Nord Pool ha registrato per la prima volta prezzi orari negativi da ottobre 2023. Sul mercato italiano non ci sono stati prezzi negativi, ma il prezzo del giorno 7 aprile, dalle 13:00 alle 14:00, di 0,10 €/MWh, è stato il più basso da aprile 2020 su questo mercato.

Nel caso dei prezzi giornalieri, sabato 6 aprile il mercato francese ha raggiunto un prezzo negativo di -0,71 €/MWh. Questo prezzo è stato il più basso dall’inizio di luglio 2023 e l’unico negativo da allora in questo mercato.

Durante la settimana del 1º aprile, il calo del prezzo medio del gas e dei diritti di emissione di CO2, nonché il calo del fabbisogno di energia elettrica e l’aumento della produzione di energia solare in quasi tutti i mercati analizzati, hanno influenzato al ribasso i prezzi dei mercati europei dell’elettricità. Inoltre, la produzione eolica è aumentata in mercati come quello tedesco e francese.

AleaSoft - Solar panels

Le previsioni di prezzo di AleaSoft Energy Forecasting indicano che nella seconda settimana di aprile i prezzi potrebbero aumentare nei mercati elettrici europei analizzati, influenzati dall’aumento del fabbisogno e dal calo della produzione di energia eolica nella maggior parte dei mercati.

AleaSoft - European electricity market pricesFonte: Elaborato da AleaSoft Energy Forecasting con dati di OMIE, EPEX SPOT, Nord Pool e GME.

Brent, combustibili e CO2

Nella prima settimana di aprile, i prezzi di chiusura dei futures sul petrolio Brent per il Front-Month sul mercato ICE sono aumentati fino a superare i 90 $/bbl. Lunedì 1 aprile, questi futures hanno registrato il loro prezzo di chiusura settimanale minimo di 87,42 $/bbl, leggermente inferiore a quello dell’ultima sessione della settimana precedente, di 87,48 $/bbl. Nelle altre sessioni della prima settimana di aprile, i prezzi sono aumentati. Di conseguenza, venerdì 5 aprile, questi futures hanno raggiunto il prezzo di chiusura settimanale massimo di 91,17 $/bbl. Secondo i dati analizzati in AleaSoft Energy Forecasting, questo prezzo è stato il più alto da ottobre 2023.

L’aumento dell’instabilità in Medio Oriente ha portato all’aumento dei prezzi dei futures sul petrolio Brent nella settimana iniziata il 1º aprile. Anche le aspettative di un aumento del fabbisogno associato a miglioramenti economici in paesi come la Cina o gli Stati Uniti hanno contribuito a questa tendenza. Inoltre, mercoledì 3 aprile, l’OPEC+ ha deciso di continuare la sua politica di tagli alla produzione.

Per quanto riguarda i futures sul gas TTF sul mercato ICE per il Front-Month, lunedì 1 aprile hanno raggiunto il loro prezzo di chiusura massimo settimanale di 27,34 €/MWh. Martedì e mercoledì i prezzi sono diminuiti. Il prezzo di chiusura di mercoledì 3 aprile, di 26,05 €/MWh, è stato il minimo settimanale. Secondo i dati analizzati da AleaSoft Energy Forecasting, questo prezzo è stato inferiore del 5,9% rispetto al mercoledì precedente e il più basso dalla prima metà di marzo. Nelle ultime sessioni della settimana, i prezzi di chiusura sono aumentati. Venerdì 5 aprile, il prezzo di chiusura è stato di 26,61 €/MWh.

Una riduzione non pianificata della fornitura di gas dalla Norvegia ha contribuito all’aumento dei prezzi alla fine della settimana. Tuttavia, i livelli ancora elevati delle riserve europee hanno mantenuto i prezzi dei future sul gas TTF al di sotto di 27 €/MWh nella maggior parte delle sessioni della prima settimana di aprile.

Per quanto riguarda i prezzi di chiusura dei futures sulle quote di CO2 sul mercato EEX per il contratto di riferimento del dicembre 2024, per quasi tutta la prima settimana di aprile sono rimasti al di sotto di 60 €/t. Nelle prime sessioni della settimana, hanno continuato con la tendenza al ribasso iniziata alla fine della settimana precedente. Mercoledì 3 aprile, questi futures hanno registrato il loro prezzo di chiusura settimanale minimo di 57,41 €/t. Secondo i dati analizzati da AleaSoft Energy Forecasting, questo prezzo è stato inferiore dell’8,1% rispetto al mercoledì precedente e il più basso dalla prima metà di marzo. Nelle ultime sessioni della settimana, i prezzi sono aumentati. Di conseguenza, venerdì 5 aprile, questi futures hanno raggiunto il loro prezzo di chiusura settimanale massimo di 60,58 €/t.

AleaSoft - Prices gas coal Brent oil CO2Fonte: Elaborato da AleaSoft Energy Forecasting con dati di ICE ed EEX.

AleaSoft Energy Forecasting analizza le prospettive dei emrcati dell’energia in Europa e lo stoccaggio di energia

Il 43º webinar della serie di webinar mensili di AleaSoft Energy Forecasting e AleaGreen si terrà giovedì 11 aprile alle 10:00 CET. Questo webinar si concentrerà sulla regolamentazione, la situazione attuale e le prospettive per i prossimi mesi dello stoccaggio di energia. Raúl García Posada, Direttore di ASEALEN, l’Associazione Spagnola di Immagazzinamento di Energia, parteciperà per la terza volta ai webinar mensili. Come di consueto, saranno analizzati anche gli sviluppi e le prospettive dei mercati europei dell’energia.

Fonte: AleaSoft Energy Forecasting.

Servizi di previsione a lungo termine
 

Iscrizione al riepilogo settimanale di AleaSoft